I mammut stanno tornando

La buona notizia: il ritorno dei mammut è un passo avanti.

Un gruppo scientifico riunito da scienziati di tutto il mondo è stato in grado di decifrare con successo due genomi di questi antichi giganti contemporaneamente. Di conseguenza, le informazioni ottenute da questo gruppo, in primo luogo, hanno reso più chiara la storia di questa specie di animali evidenziando alcune macchie scure e, in secondo luogo, danno ragione di aspettarsi che verrà il giorno in cui gli elefanti preistorici vagare per il nostro pianeta. E, come dicono gli scienziati, questo giorno è proprio dietro l'angolo.

La resurrezione dei mammut è diventata ancora più vicina.

Un lavoro approfondito sullo studio del genoma del mammut, dà motivo di sperare che nel prossimo futuro questa specie di rappresentanti dell'antica megafauna possa tornare al numero di viventi.

Il materiale genetico ha raccontato agli scienziati le sfumature che, come si suol dire, hanno permesso al mammut di essere solo un mammut, vale a dire di essere il proprietario di un pelo lungo e spesso e di un'enorme quantità di grasso sottocutaneo, insieme a enormi zanne. Ciò offre agli scienziati una sorta di tabella di marcia, dimostrando esattamente cosa deve essere cambiato nel genoma dei moderni elefanti asiatici per renderli un animale simile ai mammut ", ha affermato Hendrik Poynar, che dirige il Center for Ancient DNA, McMaster University.

Molto presto, gli scienziati sperano di riportare in vita i mammut.

Il suo collega di ricerca di Harvard George Church, appena un mese fa, ha persino ottenuto un certo successo coniugando il DNA di elefanti e mammut. Sfortunatamente, le riviste scientifiche non hanno ancora un rapporto sul loro lavoro. Apparentemente ciò è dovuto al fatto che gli obiettivi stabiliti da George non sono ancora vicini alla realizzazione, ma ci sono chiaramente progressi e dà forza ed entusiasmo agli altri partecipanti al progetto per riportare il mammut alla natura.

Va notato che il materiale per i ricercatori erano due "mammut russi". Uno di essi vagava per l'isola di Wrangel circa 4.300 anni fa, mentre l'altro trovava nella Siberia orientale circa quarantamila anni prima. Il permafrost di queste regioni ha permesso di preservare il materiale genetico nei tessuti di entrambi gli animali polari, il che è abbastanza per la ricerca scientifica, che ha fornito una descrizione abbastanza accurata degli ultimi millenni dell'esistenza di questi animali.

Vengono stabilite le cause esatte dell'estinzione dei mammut.

Come è stato conosciuto, poco prima che la popolazione dei mammut si estinguesse, si è contratto abbastanza fortemente, il che ha portato alla consanguineità - riproduzione attraverso croci strettamente correlate. In ogni caso, i paleontologi hanno trovato evidenti tracce di tale incesto forzato, che è chiaramente visibile nel materiale genetico dei mammut.

Secondo Love Dallen del Museo di storia naturale della Svezia, a giudicare dal genoma, i mammut che vivevano sull'isola di Wrangel sono esistiti come un piccolo gruppo di isole per circa cinque millenni e, di conseguenza, hanno perso la loro diversità genetica.

Ma il DNA di entrambi gli animali ha conservato le prove di un altro tragico declino del numero di mammut, che si è verificato da 250 a 300 mila anni fa. La ragione di questa estinzione non è stata ancora chiaramente stabilita, ma rimane certo che, a causa dell'erosione della diversità genetica, i mammut non sono riusciti a sopravvivere all'inizio dell'era glaciale.

Il DNA trovato può aiutare a far tornare i mammut sul nostro pianeta?

Il lavoro sulla decodifica del genoma del mammut, secondo gli scienziati, era più simile a un'impresa che a un lavoro scientifico. Di norma, il DNA degli animali che si sono estinti è altamente frammentato e contaminato anche con il materiale genetico di altri animali. Per questo motivo, per poter trovare, isolare, ripristinare e comprendere le sequenze genetiche di questi due animali fossili, i genetisti hanno dovuto fare appello a tutte le loro forze per aiutare. Come ha osservato Love Dallen, "il sequenziamento del genoma degli animali che una volta si estinse non solo fornirà una migliore comprensione della loro storia, ma fornirà anche informazioni sul perché alcune specie muoiono affatto".

Lo scheletro di un mammut.

Possiamo solo sperare che questi studi non saranno vani e questo salverà gli "abitanti" del Libro Rosso (e non solo del Rosso) dall'estinzione.

//www.youtube.com/watch?v=_4cHiRuLR7I

Guarda il video: GARDALAND GIOSTRA MAMMUT (Aprile 2020).

Lascia Il Tuo Commento