Argiope Brunnich, alias ragno-vespa

Il ragno vespa o Argiope Brunnich è un rappresentante della grande famiglia degli Araneidae, che comprende circa 80-150 specie.

Questi ragni sono sparsi su un vasto territorio del nostro paese e in Europa. Inoltre, il ragno vespa si trova nell'Africa settentrionale e nell'Asia meridionale. Inoltre, questi ragni sono stati osservati in Cina e in Giappone.

In precedenza, i ragni delle vespe vivevano solo nel sud della Russia, ma oggi si trovano sempre più nelle aree più settentrionali, il che indica che il cambiamento climatico, cioè la temperatura media annuale è aumentata in modo significativo.

Wasp Spider (Argiope bruennichi).

Gli habitat preferiti di questi ragni sono prati, bordi della foresta e bordi della strada.

Apparizione di Argiope Brunnich

La specie prende il nome dallo zoologo Morten Trane Brunnich, ma poiché il ragno ha un caratteristico colore brillante a strisce nere e gialle, anche il secondo nome è stato assegnato ad esso. E in alcuni paesi, a causa di questa colorazione, si chiama ragno tigre.

E infatti questo ragno ha un aspetto ragno e allo stesso tempo il colore del calabrone. Il suo addome è coperto da peli alternati di giallo, bianco e nero.

Argiope Brunnich è talvolta chiamato ragno tigre.

Sulla quarta striscia dalla testa ci sono 2 tubercoli. Ai lati dell'addome ci sono 6 tacche di giallo, marrone e arancione. Il cefalotorace protegge lo scudo d'argento. Le gambe sono decorate con anelli chiari e scuri alternati, quindi sembra che il ragno indossi calze.

Dimorfismo sessuale di Argiope Bruennich

La ragnatela si riferisce ai ragni in orbita.

I ragni vespa, come molte altre specie, sono caratterizzati da dimorfismo sessuale. La lunghezza dell'addome della femmina raggiunge i 25 millimetri; nei maschi crescono solo fino a 7 millimetri. Inoltre, maschi e femmine si distinguono per colore e comportamento. Le femmine sono grandi e luminose, sono chiaramente visibili nell'erba e i maschi sono anonimi e piccoli.

Caccia al ragno vespa

Come molti aracnidi, i ragni di vespe tessono ragnatele dal web. Vespe, cavallette, pulci e mosche sono catturati su questa rete.

Le cavallette e altri insetti sono il cibo preferito del ragno vespa.

Argiope Brunnich è un round-robin, realizza disegni a zig-zag sulla sua tela. La rete riflette i raggi ultravioletti, che attirano gli insetti. I ragni vespe costruiscono le loro reti al crepuscolo. Per costruire una trappola, un ragno impiega circa un'ora.

Argiope Brunnich tiene una matassa di filo tra le zampe, non appena la preda entra nella ragnatela, il ragno si avvicina, vi getta una ragnatela e morde. Una vittima immobilizzata muore per esposizione al veleno. Il veleno nel ragno è nelle ghiandole velenose alla base della mascella. Questo veleno contiene enzimi digestivi che contribuiscono alla digestione parziale della vittima.

Il veleno di Argiope è mortale per gli insetti.

Questo veleno è mortale per gli insetti e per l'uomo è praticamente innocuo. Se il ragno vespa è disturbato, può mordere, con un leggero rossore e bruciore, ma questi sintomi scompaiono rapidamente.

Allevamento di ragni di vespe

Questi ragni si accoppiano fino alla muta, mentre la femmina ha ancora tegumenti morbidi. Dopo l'accoppiamento, la femmina mangia più spesso il maschio. Gli scienziati non sono d'accordo sul perché la femmina faccia questo. Alcuni credono che in questo modo la femmina riempia le riserve di proteine ​​di cui avrà bisogno per lo sviluppo di un uovo fecondato. E altri suggeriscono che la femmina mostra cannibalismo a causa dell'incompatibilità delle dimensioni, poiché le persone più grandi mangiano spesso quelle piccole.

La vita del ragno "tigre" termina dopo la deposizione delle uova.

Un mese dopo l'accoppiamento, la femmina produce dei bozzoli che ricordano la forma dei lanciatori e vi inserisce delle uova. In una frizione ci possono essere fino a 400 uova. E la femmina fa diverse grinfie. Dopo aver deposto le uova, la ragnatela muore. La giovane crescita sverna in bozzoli e con il primo calore viene selezionata da loro.

Lascia Il Tuo Commento